Non starò a raccontarvi delle storie

Menu

TRUMAN CAPOTE

Truman Capote

Queer Portraits, di Paola Monasterolo

14: Truman Capote

truman_capote_monasterolo_boccaccini_novaro

Truman Capote

Chi è

 

Truman Capote (1924-1984) vide esaudite le proprie preghiere la sera del 28 novembre 1966 quando le porte scintillanti dell’Hotel Plaza di New York si aprirono per il party del secolo, il Black and White Ball.  Figlio solitario del Sud dalle buone maniere, delle estati torride, dei fiori purpurei e dei linciaggi, arrivò dove nessun altro riuscì: essere lo scrittore più celebre del suo secolo. Ma la fiamma bruciò veloce.  Odiò Vidal per ciò che rappresentava e amò Taormina per ciò che gli ricordava. Inseguì il sogno di essere il migliore, di far cadere le parole su una pagina come la pioggia cade sulla terra, Ma quando vi riuscì, scoprì che era una magia che non si poteva replicare. Ebbe diversi uomini, ma a uno solo restò fedele,  Jack Dunphy,  l’unico che conosceva il suo cuore di ragazzo affamato di vita. Morì senza sapere più chi fosse, né ciò che era stato, una mattina assolata d’agosto, il resto di qualcosa di splendido.

[Federico Boccaccini]

 

Che c’è di Truman Capote in Italia?

Capote è da sempre autore Garzanti (Altre voci, altre stanze -Other Voices, Other Rooms– fu tradotto tempestivamente -era uscito negli Stati Uniti l’anno prima- da Bruno Tasso nel 1949); salvo alcune edizioni per il Club degli Editori, e un’edizione ne “gli Oscar” Mondadori di A sangue freddo -In Cold Blood, 1965- (nella stessa traduzione Garzanti di Maria Paola Ricci Dettore) nel 1986 -riproposta poi più volte-, tutte le opere di Capote sono uscite in Italia sotto il marchio Garzanti. Dall’inizio degli anni 2000 -oltre a Colazione da TiffanyBreakfast at Tiffany’s, 1958-, comparso un po’ qui un po’ là- piccole cose sono state tradotte da altri marchi, ma resta un caso raro di autore costantemente ripubblicato dalla stessa casa editrice. A ora molte cose mancano -rintracciabili sul mercato dell’usato-, ma nel 2013 Garzanti ha ristampato La forma delle cose, che raccoglie tutti i racconti capotiani e si trova ancora Incontro d’estateSummer Crossing, uscito postumo nel 2006- e Ritratti e osservazioniPortraits and Observations: The Essays of Truman Capote, uscito nel 2007, oltre a  A sangue freddo, e Altre voci, altre stanze. Suppur in traduzioni ormai datate, si può dire che la fortuna di Capote in Italia sia salda e costante.

[FN]

truman_capote_monasterolo_boccaccini_novaro

Truman Capote

Queer Portraits, di Paola Monasterolo

14: Truman Capote

-feat. Federico Boccaccini

Queer Portraits, gli ultimi post.
FN, tutti gli ultimi post